Psicologia giuridica

Presso lo Studio di Psicologia e Psicoterapia vengono forniti i seguenti servizi:

CTU (Consulenza Tecnica di Ufficio), presso il Tribunale di Foggia

CTP (Consulenza Tecnica di Parte),

soprattutto in tema di Valutazione del Danno Psichico e del Danno Esistenziale

 

Per approfondire...

La psicologia giuridica è una disciplina altamente specializzata della professione psicologica e comprende vari contesti applicativi. Tra questi assume grande rilievo la valutazione del danno alla persona.

I recenti orientamenti giurisprudenziali (Sen. Cas. nr. 26972/09, 26973/09, 26974/09, 26975/09) hanno definito il danno non patrimoniale come unica categoria che racchiude in sé varie sottocategorie di danno (danno psichico, danno esistenziale e danno morale). Infatti, la valutazione delle conseguenze psichiche ed esistenziali che un evento o un illecito produce sulla vittima deve tener conto, infatti, anche delle variazioni soggettive, psicopatologiche, individuali, sociali e familiari che in questa si verificano, in modo da garantire, nel pieno rispetto della vittima e della solidarietà verso la stessa (ex art. 2 Cost.) un risarcimento integrale e personalizzato.

La personalizzazione del danno è pertanto fondamentale, in quanto pur se le evidenze scientifiche e l’osservazione clinica hanno dimostrato che esiste una causalità tra eventi di vita stressanti e l’insorgenza di sindromi psicopatologiche, oltre che alterazioni del funzionamento socio-relazionale delle persone e della loro qualità di vita, ogni individuo reagisce in maniera diversa agli eventi traumatici con i quali è stato costretto a confrontarsi. Tali eventi non necessariamente determinano in ciascuna persona lo stesso livello di problematicità, in quanto tale condizione dipende da diversi fattori quali: lo stato emotivo della persona al momento dell’evento, la presenza di eventuali psicopatologie, il modo con cui la persona si spiega l’evento nella propria storia di vita e il significato che gli attribuisce.

Per chiarezza espositiva e descrittiva, possiamo distinguere le tre voci di danno alla persona:

Il DANNO PSICHICO è definibile come il trauma provocato da una modificazione patologica della salute psichica, “una condizione patologica di sovvertimento della struttura psichica nei rapporti tra rappresentazione ed esperienza, ricordi e vita vissuta, emozioni e concetti che le esprimono (…) In modo estremamente schematico si può dire che il danno psichico si manifesta in una alterazione della integrità psichica, ovvero una modificazione qualitativa e quantitativa delle componenti primarie psichiche, come le funzioni mentali primarie, l’affettività, i meccanismi difensivi, il tono dell’umore, le pulsioni”

Il DANNO ESISTENZIALE “nasce dalla lesione dei diritti costituzionalmente garantiti e si presenta come un’alterazione, in senso peggiorativo, del modo di essere di una persona nei suoi aspetti sia individuali che sociali; sul piano individuale si presenta come una modificazione della personalità e dell’assetto psicologico del suo adattamento, nei suoi stati emotivi, nella sua efficienza e nella sua autonomia, mentre sul piano sociale si presenta come un’alterazione del manifestarsi del proprio modo di essere nelle relazioni familiari-affettive e nelle attività realizzatrici (riposo, interpersonali/relazionali, di svago, sociali/culturali e di autorealizzazione. Si tratta, quindi, di una modificazione peggiorativa dell’equilibrio psicologico e dello stile di vita nell’ambito dei rapporti sociali, della famiglia e degli affetti in ottica relazionale ed emotiva; ciò condiziona marcatamente la qualità di vita, la sua progettualità e le aspettative”

Il DANNO MORALE è “il turbamento psichico soggettivo e transeunte causato dall’atto illecito, (…), la sofferenza, lo stato di prostrazione ed abbattimento provocato dalla condotta illecita e/o illegittima. Questo tipo di danno, per la giurisprudenza recente, non incide sulla salute psichica (Cass. Civ. 1716/2012) ed è un’autonoma categoria di danno (Cass. Civ, sez. III, sentenza n. 18641/2011)”

 

(Linee guida per l’accertamento e la valutazione psicologico-giuridica del danno alla persona, Aggiornamento del 2012, Ordine degli Psicologi del Lazio) 

Go to top
Privacy Policy
Credits